Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

che cos'è una bibliografia

Con il termine Bibliografia si può intendere:

  • l'elenco di pubblicazioni usate e citate nella stesura specialmente di un saggio, di un articolo, di un libro;
  • l'elenco sistematico di libri, riviste, articoli su un particolare argomento o su uno specifico autore;
  • l'insieme dei saggi scritti su un determinato argomento;
  • la scienza che studia la catalogazione sistematica dei libri.

La bibliografia aggiunge valore scientifico alla tesi perché rende conto del processo di ricerca che si è portato avanti.

Uno degli scopi principali della bibliografia è quello di permettere l’identificazione in modo univoco del documento citato consentendo anche di poterlo localizzare all’interno dei cataloghi di biblioteche e librerie. Pertanto, gli elementi determinanti di una lista bibliografica devono essere la precisione, l’uniformità e la coerenza, nonché la completezza e l’esattezza dei dati riportati.

Quando si redige una bibliografia è necessario scegliere uno stile citazionale, che può essere consigliato dal docente o dall’editore, anche se non esiste uno standard uguale per tutte le pubblicazioni. È importante soprattutto che lo stile scelto sia omogeneo e coerente in tutto il documento.

Come fare una bibliografia

In base alla lunghezza e al ruolo nella trattazione si decide come intitolare l’elenco:

  • Se l’ elenco è breve (10-30 citazioni) e conclude un breve scritto, basterà  il semplice titolo Bibliografia;  
  • se l’elenco è lungo e completa uno scritto di un certo rilievo, sarà opportuno suddividere la lista “Bibliografia” in parti con un titolo secondario. Si sceglierà il tipo di divisione preferibile per i  gruppi  di citazioni: per tema, cronologico, per materiali etc..

 

Se l’ elenco contiene una grossa quantità di citazioni di materiali diversi, esso potrà essere suddiviso per tipologie, e invece dell’unica lista “Bibliografia” avremo più liste: “Bibliografia”, “Filmografia”, “Webgrafia”.

Ordine

L’ordine delle citazioni stabilisce il modo di orientarsi e di cercare sotto i vari titoli e sezioni:

Alfabetico per cognome di autore o nome di ente o titolo di opere senza autore.

Cronologico di edizione dei documenti. Se la lista principale è ordinata in un modo, per esempio per temi, è possibile ordinare in modo diverso le sezioni, per esempio cronologicamente o per autore eccetera.